Che cos’è un brand manifesto

Il manifesto del brand è un contenuto narrativo che ne racchiude i valori, le aspirazioni e il DNA. Non si concentra su quello che un business fa ma sui “perché” e sui “come”. E li esprime con forza, audacia, personalità.

Il manifesto offre risposte sull’identità e il carattere unico del brand:

  • Perché facciamo ciò che facciamo?
  • In che modo lo facciamo?
  • Qual è il punto di vista unico che ci distingue da tutti gli altri?
  • In cosa crediamo?

 

Perché creare un manifesto del tuo personal brand

Scrivere un brand manifesto quando si lavora in proprio può sembrare un esercizio di stile fine a sé stesso ma non è così.

Anche un personal brand ha un’anima e il manifesto è uno strumento per esprimerla, uno spazio in cui raccontare la propria visione in modo libero e diretto.

Come tutti gli elementi identitari del brand, dal tono di voce all’identità visiva, il manifesto avvicina il pubblico oppure lo allontana.

Ed è giusto che sia così: le persone scelgono con chi lavorare non solo in base alle caratteristiche dei servizi ma anche (e forse soprattutto) in base a quanto si riconoscono in un approccio, una filosofia, un modo di fare le cose.

Attraverso il manifesto, puoi far capire ai tuoi clienti ideali che sono arrivati proprio nel posto giusto. E alle altre persone che tra di voi non può proprio funzionare e possono passare oltre, senza rimpianti o musi lunghi.

Ma un manifesto è anche un’occasione per te. Di tornare alle radici del tuo brand e riscoprirne l’essenza: la sua anima e le convinzioni che guidano ogni scelta. Mettendole nero su bianco in un modo che senti davvero tuo, senza vincoli.

 

Gli ingredienti di un brand manifesto efficace

Il manifesto di un brand può avere molte forme. Uno degli esempi più citati nel marketing è il manifesto di Holstee (lo vedi qui sotto), che fece letteralmente esplodere la notorietà del marchio.

 

Ma ce ne sono altri ben diversi che colpiscono e lasciano il segno.
Come il recentissimo video-manifesto di Peugeot, The Language of Attraction.

Insomma: il tuo manifesto può essere un insieme di punti fermi, una storia, un collage di immagini e parole, …

L’importante è che sia:

ONESTO. Il manifesto del brand non è un compitino fatto per ricevere complimenti o darsi le pacche sulle spalle. È un distillato dell’identità, della storia e della visione del tuo brand. Ci vogliono una bella dose di onestà e di coerenza: con l’essenza e la voce del brand, la proposta di valore, i tuoi messaggi chiave.

EMOZIONANTE. L’ho scritto prima: il manifesto avvicina o allontana. Attraverso le emozioni, il tuo cliente ideale si riconosce e si sente un passo più vicino a te e al tuo personal brand.

CORAGGIOSO. Un manifesto di brand deve trasmettere con forza ciò in cui credi e il tuo modo di essere fuori dal coro. Sì, anche se lo sei in modo poco rumoroso.

STILOSO. Un concept può avere un certo impatto se presentata come un elenco puntato e un appeal completamente diverso se vestito di tutto punto. Quindi: per un manifesto che si fa ricordare, ci vuole stile.

 

Come scrivere un brand manifesto

Non ci sono regole fisse o confini in un brand manifesto… e proprio per questo può sembrare difficile crearne uno. Ecco alcuni suggerimenti per affrontare l’avventura senza farsi bloccare dai dubbi.

LA LUNGHEZZA DEL MANIFESTO

Quanti punti o concetti può contenere un manifesto? Il più celebre dei manifesti artistici, il manifesto del futurismo (1909) scritto da Marinetti ne contiene 11 e molti sostengono che sia il numero perfetto. Altri puntano sul decalogo di biblica memoria. Poi c’è chi sostiene che “di più è meglio” …

La verità è che se un manifesto è troppo corto sembra striminzito e questo non fa bene alla percezione del brand. Se è troppo lungo, pochi lo leggeranno fino in fondo e nemmeno questo va bene.

Io ti consiglio di stare in un range di 9-15 punti.

Così anche se alla fine saranno uno in più o uno in meno vai sul sicuro.

Il brand manifesto di Haikure (2012)

 

DA DOVE INIZIARE

Da dove partire per creare il manifesto di un personal brand? Le radici della tua dichiarazione d’identità sono negli elementi che hai già messo nero su bianco quando hai deciso di portarlo nel mondo:

  • La tua missione
  • Gli ideali e le aspirazioni
  •  Le persone che vuoi aiutare
  • I valori che ti guidano nel business
  • I “miti di settore” che vuoi sfatare
  • Il tuo approccio

Inizia con un brainstorming ed elenca le emozioni, le idee, le suggestioni che emergono pensando alla storia del tuo brand, alle convinzioni che ti hanno portato a scegliere questa direzione, alla tua etica professionale.

Una volta finito puoi iniziare a tagliare, sfrondare, raffinare, suddividere e accorpare i concetti fino ad arrivare al numero di punti chiave che avevi definito.

 

 

LE PAROLE SONO IMPORTANTI …

Il manifesto è l’asset comunicativo in cui puoi far emergere la voce e il ToV del tuo brand in tutta la sua forza.

Rivoluzionario, gentile, irriverente, poetico, dritto al punto…

Qualunque sia la personalità del brand, è il momento di farla brillare.

Scegli le parole con cura, dai spazio alle espressioni che ti appartengono e alle idee che sintetizzano il tuo modo di essere e di fare business.

Soprattutto, scegli parole dense e ricche di significato.

Se lo desideri, puoi inserire nel tuo manifesto anche delle citazioni – indicando l’autore dopo un bel controllo per evitare scivoloni. Capita di incontrare nella vita una frase che avremmo voluto scrivere noi e che riassume il nostro sentire. Ti consiglio però di non esagerare, altrimenti la tua voce dove si sentirà?

 

… LA VESTE GRAFICA ANCHE

Il verbo manifestare significa esprimere, far conoscere, rendere noto. Va da sé quindi che il tuo brand manifesto non può restare a prendere polvere in un cassetto.

Una volta pronto, è il momento del debutto in società.

Lasciati ispirare dagli esempi che hai trovato in questo articolo, dai briglia sciolta all’immaginazione e usa in modo creativo immagini, font e colori per dare al tuo manifesto un carattere unico.

 

Crea il tuo brand manifesto: workbook in regalo

L’idea di creare il manifesto del tuo brand ti stuzzica? Puoi iniziare subito con le domande e gli esercizi del workbook che ho creato per te.