Ottobre è volato, perso in un vortice di foglie e progetti di copywriting. Ecco di nuovo la danza sfrenata di fine anno, la resa dei conti … e tra le pagine dei brief, c’è sempre nascosta qualche lezione utile.

Tra i progetti di ottobre, uno si è fatto notare. Obiettivo: scrivere i testi del sito web di una giovane social media manager. Durante il primo colloquio via Skype, ho innanzitutto cercato di capire perché la mia cliente volesse rivoluzionare la sua comunicazione.

– Maria, perché vuoi cambiare i testi del tuo sito?
– Sono piatti e banali. Voglio dei testi che mi rispecchino.
– Beh, è un’ottima ragione. E dimmi, come ti descriveresti?
– Sono Seth Godin, al femminile.

Ho sentito lo schermo incrinarsi … e il mio cervello esplodere.
In qualche modo, ho evitato l’eruzione.

– Così non funziona, Maria. Stiamo cercando di trovare la TUA voce, no?
– Come non funziona? Seth Godin è la base.

Uno spiraglio. Ci provo.

– OK. Partiamo da qui. In cosa sei diversa da lui?
– Beh, i miei post sono molto più lunghi. Uso tantissimi esempi tratti da film e moda, le mie passioni. I miei post sono pieni di immagini colorate e scrivo in modo molto personale, più intimo. Poi …

Quindici minuti più tardi, Maria non era più un Seth Godin in gonnella.

Man mano che la sua mente si allontanava dal suo modello di successo, lei trovava nuovi modi di definirsi e descriversi. E quella è stata la chiave per creare testi che parlassero di lei – e non soltanto dei suoi servizi.

Per trovare la tua voce nella scrittura (o nella vita) devi pensare a te stesso … come te stesso.

Vale per il tone of voice, naturalmente, ma anche e soprattutto per ciò che scrivi e come vuoi presentarti. Imitare qualcun altro non ti garantirà il successo. Al contrario, la tua voce risulterà artificiale e stonata – quindi non credibile. Per far crescere la tua attività, i tuoi contenuti devono creare relazioni. E nel business – ma non solo – i rapporti si basano sulla fiducia.

Il tuo sito web. I tuoi tweet, i tuoi post. Le tue mail.
Per creare fiducia, i tuoi testi devono essere autentici e personali.

Quindi: non ossessionarti con l’idea di essere “la nuova X”.
Sii fiera di essere Maria.

Box chi sono

Sono Alessandra, copywriter e traduttrice di Torino. Con il mio lavoro, aiuto professionisti e aziende a raccontare idee e progetti in modo più efficace e autentico. Perché la comunicazione è alchimia.