A volte, quando pensiamo alla comunicazione business, ci facciamo prendere dalle considerazioni di tipo tattico e strategico. Quanti articoli devo pubblicare sul blog? Come posso sfruttare meglio la pagina Facebook? Meglio un carosello o un video per tenere alto l’engagement?

Pensare a queste cose non è sbagliato. Al contrario: per avere successo, la comunicazione business deve seguire una strategia ponderata. Altrimenti è come sparare alla cieca e sperare di vincere il coniglietto di peluche alla fiera. E quando dico “successo” non mi riferisco alle vanity metrics. Parlo di contenuti che ti avvinano al cliente ideale. Che ti fanno trovare da chi ha bisogno di te. Che generano interesse e interazione, lead e vendite.

Tuttavia, la strategia non è tutto.

Per funzionare davvero, la comunicazione online deve partire da una base di qualità – tratti e caratteristiche – che non hanno nulla a che vedere con gli obiettivi economici, il calendario editoriale o le ultime tendenze dei social network. Eccole qui.

 

Coerenza

Nel mondo del marketing si sente dire spesso che le persone fanno affari con persone che conoscono e apprezzano, e di cui si fidano.

Inutile girarci intorno: è proprio così.

La fiducia però non si guadagna con il solo fatto di essere sui social o di mandare una newsletter al mese. Per creare un rapporto di autentica fiducia con i potenziali clienti, la tua comunicazione business deve essere coerente con i tuoi valori e allineata in tutte le sue declinazioni sui diversi canali. Perché la comunicazione online è fatta sia di contenuti sia di comportamenti.

Se nella tua newsletter dai consigli su come sviluppare un rapporto equilibrato con la tecnologia e poi passi le giornate a pubblicare su Instagram ogni cracker che sgranocchi in orario d’ufficio, che cosa stai comunicando a chi ti segue?

Online e offline, la fiducia si conquista tenendo fede alle promesse, dicendo ciò che si pensa e facendo ciò che si dice. Ovvero, con la coerenza.

 

Presenza

Sai una cosa? Usare tutti i canali di promozione possibili e immaginabili non è un obbligo.

Certo, se lavori online la tua promozione avverrà principalmente online – attraverso l’email marketing o il business blog, podcast o video, annunci e quant’altro. Ma tu sei libero di scegliere quali canali usare, e in quale misura.

Vuoi usare un solo social network per raccontare il tuo business? Ottimo. Vuoi inviare una newsletter ogni 15 giorni anziché ogni settimana? Bene così. La cosa importante è questa: se scegli di esserci, devi esserci davvero. Essere presente, anche solo per i famosi 15 minuti al giorno o una newsletter al mese, fa tutta la differenza.

Ed è molto meno complicato di quanto sembra.

Basta scegliere i canali che ti fanno venire voglia di condividere – e non soltanto di pubblicare. E usarli per conoscere il tuo pubblico e creare occasioni di dialogo, per dare attenzione anziché limitarsi a volerne ricevere, per coltivare relazioni anziché collezionare follower tipo Pokemon.

 

Coraggio

Quante volte, scorrendo i feed dei tuoi canali social, ti è sembrato di leggere lo stesso post all’infinito? A San Valentino, tutti lì a tracciare improbabili parallelismi tra qualsiasi cosa vendano e l’amore. Ad Halloween, tutti neopagani.

Tra le qualità della comunicazione business efficace non può mancare l’ingrediente speciale: il coraggio di tirare fuori la tua voce. Di essere te stesso anche se “diverso”.

Per distinguersi, non c’è bisogno di urlare più forte degli altri né di fare il bastian contrario a oltranza. Si può anche scegliere, semplicemente, di tacere e passare oltre. Di esprimere la nostra opinione fuori dal coro senza farne un caso di stato. Di contribuire a conversazioni positive anziché allo sdegno collettivo.

E poi, ovviamente, si può scegliere di usare parole che ci rappresentano davvero, che corrispondono al nostro sentire.

Un atto che unisce coerenza e coraggio. E, di conseguenza, non può che mantenere la tua comunicazione business sulla buona strada.